DETAILING
COS'è

LA GUIDA

CHE COS'è IL DETAILING?

La cura al dettaglio e la pulizia minuziosa di ogni singolo componente.
La pulizia, lucidatura e manutenzione mirata a salvaguardare, esteticamente e strutturalmente, le finiture delle diverse superfici, interne ed esterne, di moto ed auto.

Metallo, plastica, tessuto, pelle, gomma, legno. Ad ogni materiale corrispondono diverse procedure e prodotti specifici volti ad ottenere risultati senza pari.

Cosa rappresenta per noi il detailing?

Il miglioramento delle performance, l’ottimizzazione dei risultati e la facilità di utilizzo dei  prodotti. Per questo utilizzare la nuova linea Detailing di Hcars, CleanTech, significa ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo utilizzando prodotti all'avanguardia.

Le fasi del detailing.

A seconda dello specifico caso possono variare le tecniche, le attrezzature, le quantità di prodotto e gli obbiettivi preposti. Ciò che è costante sono le 5 fasi di un lavoro di Detailing:

  1. Lavaggio.

  2. Decontaminazione.

  3. Lucidatura.

  4. Protezione.

  5. Mantenimento.

 

L’esecuzione attenta di ognuna di queste fasi permette alla successiva una maggiore efficacia e durata nel tempo.

1.Lavaggio.

Il primo passo è lo scrupoloso lavaggio delle superfici interne ed esterne al fine di eliminare residui di varia natura e contaminazioni superficiali (sporco stradale, residui di insetti, contaminazioni superficiali ecc…). Nessuna superficie viene tralasciata e nessun supporto dimenticato: vetri, pneumatici, cromature ma anche interni in pelle, plastiche e modanature saranno attentamente puliti per preparare una base di lavoro perfetta.

Attuiamo un processo in due fasi iniziando con un prelavaggio per eliminare eventuali sporchi ostinati che potrebbero danneggiare le superfici se fosse necessaria un’azione meccanica. Conseguentemente, tramite l’utilizzo dello shampoo schiuma, è possibile detergere e rimuovere eventuali impurità e sporchi organici aiutandosi con un guanto, una spugna ecc…

La costante è sempre una, la massima attenzione per le superfici su cui lavoriamo.

2.Decontaminazione.

La decontaminazione, nonostante venga spesso trascurata, è probabilmente la fase più importante del processo, in quanto permette l’ottenimento di una superficie capace di meglio accogliere le successive fasi del trattamento.
Il suo compito è quello di agire su residui come resine, ferro, catrame, colla o ossidazioni che la fase di lavaggio non ha potuto eliminare e che rendono la superficie poco liscia e setosa.
Il risultato? Una vettura bella e luminosa come appena uscita dalla catena di montaggio.

3.Lucidatura.

Spesso capita di vedere vetture, anche già sottoposte a lucidatura, che presentano aloni, ologrammi, segni o altro. Altrettanto spesso si crede questo sia inevitabile, od in ogni caso normale. Niente di più falso, basta solo utilizzare le giuste tecniche ed i giusti prodotti.

La lucidatura ci permette non solo di rimuovere ossidazioni e graffi, ma anche di ottenere una superficie perfettamente liscia, brillante e pronta per l’effettivo trattamento.
Se questa fase non fosse svolta in maniera attenta e curata, anche il miglior prodotto nanotecnologico darebbe inesorabilmente risultati insoddisfacenti.

4.Protezione.

Anche il migliore dei lavori su superfici interne o esterne, se non protetto, avrà una durata limitata.
La scelta del trattamento con cui procedere dipende fortemente dai vostri obbiettivi in termini di durata, brillantezza e facilità di manutenzione. 
Da queste considerazioni possiamo determinare se sia più indicata una cera, un trattamento sigillante o un coating (ceramico). 

5.Mantenimento.

La tua vettura è trattata e pronta! ma quanto durerà l’effetto del trattamento?
Attraverso poche ma preziose cure con detergenti equilibrati, quick detailer lubrificanti e accessori delicati, mantenere le massime performance sarà questione di poche, semplici e rapide mosse.